Ventesimo secolo (Howard Hawks, 1934) #VeneziaClassici

Pubblicato il da Emanuele Rauco

Ventesimo secolo (Howard Hawks, 1934) #VeneziaClassici

E' prima di tutto un grande omaggio agli attori Ventesimo secolo: il film di Hawks - che racconta della turbolenta storia tra un produttore teatrale tirannico e di successo e dell'attrice che è diventata la sua musa, ma che dopo un po' lo lascia - è una trascinante commedia screwball tutto giocata sul mondo come palco, su un gruppo di personaggi che vivono di teatro e che non concepiscono la vita, il mondo se non come un enorme palcoscenico. 

Non solo John Barrymore e Carole Lombard, due strepitosi istrioni che giocano tutto il tempo sopra ogni riga, ma ogni interprete del meraviglioso cast recita su due livelli di consapevolezza che si intrecciano di continuo, tracciando il ritratto di una categoria che interpreta la verità solo come messinscena di sé e le relazioni solo come gare di bravura. Se la traccia satirica è quindi palese, Hawks mostra nonostante tutto un affetto contagioso proprio per quel mondo in cui ogni dramma e tragedia sono una farsa consapevole. E per farlo si serve di un senso del ritmo stupefacente e una semplicità memorabile: basti pensare che tutto il lungo ed elaborato crescendo finale sul treno è chiuso tra sole due stanze adiacenti. E il teatro è stato raramente così cinematografico. 

Commenta il post