Ecco che il film abbraccia stilisticamente le caratteristiche metaforiche della sua straordinaria am...

Pubblicato il da Emanuele “MrGrouchoromano” Rauco

Ecco che il film abbraccia stilisticamente le caratteristiche metaforiche della sua straordinaria ambientazione: se "nella Zona tutto cambia di continuo", Stalker si riempie di immagini magmatiche, in decomposizione o fioritura, fatte di lunghi e spesso lenti carrelli che vanno in ogni direzione, dando un incredibile tridimensionalità a immagini pittoriche, filmicamente dense, in cui anche il suono è maniacalmente curato

Commenta il post