Sieranevada (Cristi Puiu) - ★★★ #Cannes2016

Pubblicato il da Emanuele Rauco

Sieranevada (Cristi Puiu) - ★★★ #Cannes2016

La storpiatura lessicale del titolo non viene mai spiegata nel nuovo film del regista rumeno Cristi Puiu, che apre il concorso del 69°Festival di Cannes: e la forza di Sieranevada sta nel comunicare senza mai doversi spiegare, nel coinvolgere lo spettatore creando una strana e paradossale aria di famiglia senza dover presentare personaggi e relazioni, ma mostrandoli nel loro farsi. Una studiatissima casualità stilistica di sapore documentario per raccontare un ironico dramma familiare tutto centrato sull'anniversario della morte del capofamiglia e su una celebrazione quanto mai accidentata.

Una struttura da consumato drammaturgo che Puiu mette in scena attraverso i moduli del cinema d'autore radicale, estenuando la forma in lunghi piani sequenza che riflettono sulla presenza della macchina da presa (che diventa un membro di famiglia onnipresente e spaesato) che riescono - e torniamo al paradosso - a coinvolgere lo spettatore che sa farsi trascinare da un ritmo e da una tensione interni così precisi e compatti da avvincere, da superare le diffidenze (per esempio, sulle tre ore di durata), da regalare sorrisi, palpiti e riflessioni familiari e per questo universali. Bisogna essere bravi per riuscirci. Puiu evidentemente lo è.

Commenta il post