Classifiche di fine anno | Le serie tv del 2015

Pubblicato il da Emanuele Rauco

Chiudo questa prima parte delle classifiche di fine anno (in attesa della top 10 di film inediti e usciti in sala previste sul mio canale YouTube il 6 e il 13 gennaio) con le serie tv che seguono le classifiche di libri e dischi. La top 10 riguarda le serie andate in onda in prima tv sulle reti italiane - o servizi on demand - nel 2015.  

10 - Transparent - Stagione 1 (Sky Atlantic)

La delicatezza fatta serie. Non solo per il tono del racconto, ma soprattutto per i temi che sanno sempre svelare il lato opposto a un cliché. Attori superbi. 

9 - Orange Is the New Black (Netflix)

Una delle più acute commistioni di generi, di equilibri narrativi, di piani di racconto, di turbamenti spettatoriali. Oggetto di difficile identificazione, ma di ottima riuscita. 

8 - Show Me a Hero (Sky Atlantic)

 Se Treme era il ritratto del cuore di una città, il nuovo lavoro di David Simon è il ritratto di un corpo urbano, di un cervello malato, della politica non come intreccio di shakespeariane corruzioni, ma come luogo dell'impossibilità al centro di ogni democrazia. 

7 - Deustchland 83 (Sky Atlantic)

 La rivelazione dell'anno: spionaggio, dramma politico, melodramma e commedia umana filtrati da una messinscena ricca e spesso inventiva, da una tensione non banale né convenzionale, da una scrittura ricca di spunti.

6 - Bloodline (Netflix)

 Un brillante esemplare di maestria narrativa, corposo, tesissimo, di fascino quasi sontuoso: gli autori di Damges sfrondano i virtuosismi e li mettono al servizio di un dramma familiare quasi impeccabile.

5 - The Knick  - Stagione 2 (Sky Atlantic)

 Poche cose in tv sono cupe come questa serie, ma dietro la sua cupezza c'è la descrizione (e una visione) di un mondo e una straordinaria partecipazione emotiva verso i personaggi, che la regia nervosa e contemporanea rende possibile.

4 - Veep - Stagione 4 (Sky Atlantic)

 Il miracolo dell'anno è una serie partita come comedy e diventata satira nel corso degli episodi che al quarto anno diventa un political drama mascherato dalle risate e che prova a riflettere sul funzionamento della democrazia e sul suo ruolo oggi. Quasi impensabile.

3 - Fargo - Stagione 2 (Sky Atlantic)

 Dopo la prima straordinaria stagione, il nuovo racconto viaggia sempre più spedito verso il pulp puro, il grottesco con classe. Magari perde qualcosa in finezza, ma il divertimento al sangue non lascia scampo, come il talento registico. 

2 - The Leftovers - Stagione 2 (Sky Atlantic)

 Una crescita impressionante per un dramma che perse le venature fantasy dell'inizio è diventato un affresco potentissimo, doloroso, visionario del genere umano. La prima parte del primo episodio è da storia della tv.

1 - The Jinx (Sky News)

 Un'inchiesta giornalistica, che diventa documentario, che diventa thriller tesissimo e che alla fine si compone come una colossale riflessione sulla verità e la sua rappresentazione visiva e verbale. Il lavoro di Jarecki sul volto di Durst è qualcosa di spaventoso.

Commenta il post