The Wolfpack | Crystal Moselle #RomaFF10

Pubblicato il da Emanuele Rauco

The Wolfpack | Crystal Moselle #RomaFF10

Se vivi da una ventina d'anni dentro casa, uscendo una o due volte l'anno perché i tuoi genitori hanno paura del mondo, il cinema diventa l'unico mondo di cui fidarsi, su cui costruire la tua cultura. E' quello che racconta Crystal Moselle in The Wolfpack dietro la vicenda dei fratelli Angulo che cominciano a vedere la vita intorno a loro solo superata la maggiore età, dopo un'infanzia e un'adolescenza chiusi in casa. 

L'alienazione, le dinamiche familiari e la conoscenza di entità temute come civiltà e società, certo: ma anche un inno sul potere delle immagini in movimento, sulla penetrazione conoscitiva dell'audiovisivo, sulla forza formativa del racconto filmico. E soprattutto un ancora di salvezza per chi non ha nient'altro che i film, che le immagini di Tarantino e Nolan, di Venerdì 13 e Casablanca per vivere: libri di testo su cui provare a immaginare come funziona il lavoro, le emozioni, il mondo e la vita. Quando sul finire del film, vedi il loro sforzo per dare vita a un proprio e compiuto progetto cinematografico l'emozione sgorga perché quei 6 disadattati hanno realizzato per tutta la loro vita il sogno di ogni cinefilo. 

Commenta il post