Paolo Sorrentino, un cinema superfluo

Pubblicato il da Emanuele Rauco

Inaugurando il nuovo nome della rubrica, proseguo nella riflessione sul cinema degli autori italiani presentati a Cannes 2015. E dopo Garrone, tocca a Paolo Sorrentino, che con Youth ha chiuso una sorta di cerchio della sua carriera.

 

Commenta il post